ROPEA

Centro Storico di Tropea

 Il centro storico… fantastico balcone sul mare!

Il centro storico di Tropea è uno dei più caratteristici di  tutta la Calabria, certamente il meglio conservato, con edifici del seicento e del settecento.

Palazzi antichi, moltissime le viuzze da scoprire,  romantiche piazzette  medioevali, stupende ed incredibili terrazze panoramiche che si affacciano sul mare…… tutto questo e molto di più è Tropea.

Alcuni Cenni Storici

Tante sono le ipotesi sulle origini di Tropea, derivanti dai racconti popolari e dalle leggende.

Già menzionata da Plinio il Vecchio, che racconta la fondazione di Tropea da parte di Ercole; passando sul Tirreno si fermò in questa insenatura e vi costruì un porto (ecco il nome Porto di Ercole).

Un’altra ipotesi narra che Sesto Pompeo, dopo aver vinto una battaglia contro Ottaviano Augusto a Capo Vaticano, per festeggiare la vittoria fondò la città, Trofaea, appunto Tropea. Secondo alcuni invece, il nome Tropea viene semplicemente da Tropee, nome con cui i marinai locali chiamavano le vorticose correnti del mare. Certo è che i primi insediamenti umani, si ebbero nel Neolitico (3000 a.C.), testimoniati dai ritrovamenti di reperti durante la ristrutturazione del Duomo. Altre testimonianze si hanno dai resti di una necropoli risalente al 1200 ac, scoperta nella seconda metà del ‘900 nei pressi dell’attuale cimitero. Altri scavi, in epoca successiva, hanno riportato alla luce frammenti di ceramica risalenti al V secolo a.C.

Importantissima fu la presenza dei Bizantini, per il consolidamento dell’area urbana. Tropea divenne un illustre centro di politica ed economia. Numerosi i palazzi del centro storico (ancora presenti) che appartennero ad una ricca borghesia terriera. Importante, per lo sviluppo della città fu il commercio marittimo, strategica per posizione, Tropea ebbe rapporti con tutti i paesi sul Mediterraneo.

Quasi inespugnabile, la città sorge su una roccaforte “naturale”, costituita da pietra arenaria. Domina il mare, con un dislivello superiore ai 60 mt, il tutto circondato da imponenti mura di cinta, di cui sono ancora visibili i resti sulla strada per la Marina Vescovado. Le occupazioni si sono susseguite nei secoli, Arabi, Normanni, Svevi, Angioini, Turchi, lasciando impronte architettoniche ancora oggi visibili.

Nel 1800, dal commercio marittimo e dalle attività manifatturiere, Tropea passa lentamente alla produzione olearia e vinicola. Attualmente il settore turistico, riveste un ruolo importante nell’economia della località.